Coaching Mentale Dinamico e Alfagenico, in sintesi estrema….

….molti mi chiedono in cosa consista il Coaching Mentale per gli agonisti, lo spiego con grandissima sintesi:

Training Mentale Dinamico = reattività, riflessi, percezione aumentata, potenza nel colpo, lucidità tattica in combattimento, potenza fisica

Training Mentale Alfagenico = rilassamento, concentrazione, padronanza emotiva, ampiamento della coscienza, potenziamento tramite ipnosi e stati di trance, benessere emotivo e fisico

Dott. Daniele Trevisani

Il Manuale “Preparazione atletica e riabilitazione” di Davide Carli et al.

E’ finalmente disponibile il più completo manuale sulla preparazione atletica mai scritto in Italia. Il volume Preparazione atletica e riabilitazione. Fondamenti del movimento umano. Scienza e traumatologia dello sport, principi di trattamento riabilitativo.  (Click qui per la scheda libro sul IBS per acquisto online)

Libro Preparazione atletica e riabilitazione

Scritto da Davide Carli, con un contributo di Daniele Trevisani per la sezione sul Training Mentale per gli Sport di Combattimento.

Descrizione (fonte: IBS)

Questo non è un semplice manuale. È una summa di tutto il sapere che il perfetto preparatore atletico deve necessariamente avere a propria disposizione. “Preparazione atletica e riabilitazione. Fondamenti del movimento umano, scienza e traumatologia dello sport, principi di trattamento riabilitativo” è un’opera corposa che nasce da un’attenta analisi delle esigenze e dagli interrogativi che quotidianamente vengono posti dalla popolazione sportiva. Il testo in particolare illustra l’interazione esistente tra la scienza medica e la preparazione atletica, due mondi strettamente connessi tra loro. Nella prima parte del volume si affronta in breve la fisiologia del corpo umano. Dall’analisi delle principali leggi della contrazione muscolare si entra nel mondo della chimica per spiegare il funzionamento dei sistemi energetici che mettono in movimento i muscoli. Poiché il corpo umano è sì una macchina capace di correre veloce e andare lontano, ma non è esente da guasti o incidenti, la seconda parte del volume prende in esame il delicato argomento dell’infortunio. Le cause (l’importanza della prevenzione), le principali patologie, la fase della riabilitazione. L’ultima sezione del libro infine analizza tutti quegli aspetti che un buon preparatore atletico deve conoscere per far funzionare nel modo migliore la propria palestra.

 

Il confronto con se stessi… Simona si racconta

Tratto da un intervista su BoxeRingWeb.it a Simona Galassi Campionessa d’Europa ……
Simona-Galassi-41_image_gallery
Dopo quindici anni ad alto livello dovresti
conoscere la Boxe come pochi. Come
definiresti questo sport?
“E’ un confronto con se stessi. E’ un mettersi
continuamente a nudo, conoscersi
profondamente. Nella boxe non puoi
prenderti in giro. In molti dicono che tutto si
risolve in una sfida sul piano fisico.
Sbagliano di grosso. Il pugilato è soprattutto
un confronto mentale. C’è tanta testa dietro
un successo. E’ la mente che deve essere
forte al punto da trasmettere i segnali giusti
al corpo che ha solo il ruolo di esecutore. E’
chiaro: la forza fisica ha un ruolo
importante. Ma è il cervello che vince il
combattimento.”

Simona Galassi.

(il Dott Daniele Trevisani è stato il Mental Coach di Simona per tutta la durata della preparazione nelle fasi sia di trainig mentale dinamico che training mentale alfagenico)

Mai brucare idee… scegliere in cosa credere… e a cosa credere…

L’intelligenza è utile per la sopravvivenza se ci permette di estinguere una cattiva idea prima che la cattiva idea estingua noi
Karl Popper

Proprietà memetiche

L’associazione memetica è la scoperta che i memi si raggruppano. Ad esempio, il meme “blue jeans” include i memi “cerniera lampo”, “tintura blu”, “doppie cuciture”, ecc.

La deriva memetica è il processo attraverso cui un’idea o un meme cambia mentre viene trasferito da una persona ad un’altra. Pochissimi memi mostrano un’elevata inerzia memetica, che è la caratteristica di un meme di venire espresso nello stesso modo e di avere lo stesso impatto a prescindere dalle persone che stanno trasmettendo e ricevendo. La deriva memetica può aumentare quando il meme è trasmesso tramite una comunicazione difficile, invece l’inerzia memetica cresce, per esempio, quando la forma usata è quella delle espressioni in rima o utilizza accorgimenti mnemonici.

Molta della terminologia memetica è creata usando come prefisso “mem(e)-” per termini di solito già esistenti in ambito biologico o usando “meme” al posto di “gene” nelle espressioni composte (corredo memetico, memotipo, ingegneria memetica, etc.).

La Rabbia

kick daoshi volantino…la rabbia è la manifestazione di uno stato interiore che non corrisponde ai nostri ideali,  in quanto tale, è un segnale di allarme importante, da non lasciar covare.

Occorre agire per risolvere i problemi e inoltre scaricarla fisicamente anzichè diventando aggressivi verso persone che non ‘entrano, come invece fa la maggior parte delle persone poco consapevoli di sè.

  • Cosa mi provoca rabbia?
  • E’ rabbia o risentimento, rancore o paura?
  • Quali valori sento toccati da ciò che osservo nel mondo esterno, nel momento in cui provo rabbia?
  • Quali azioni radicali posso mettere in atto per cambiare le cose?
  • Come posso sfogare fisicamente la rabbia in azioni non aggressive verso gli altri? Sport… attività fisica….

E’ molto meglio lasciare sfogare la rabbia con uno sport aggressivo, piuttosto che lasciarla implodere dentro di sè o contro gli altri nella vita quotidiana.

______

Daniele Trevisani