L’importanza della libertà e capacità di comunicare

Ricordo una volta quando ero giovane , e stavo tornando da  non so
dove, un cinema o forse qualcos’altro…c’era una ragazza che era seduta di
fronte a me, indossava un vestito che era abbottonato quasi fin
quassù….” era la cosa più bella che avessi mai visto”…

Allora ero timido, così quando lei mi guardava abbassavo gli occhi….poi
dopo, quando ero io a guardarla li abbassava lei…

Arrivai dove dovevo scendere, e scesi, le porte si chiusero, e quando il
treno stava ripartendo lei mi guardò negli occhi e mi fece un incredibile
sorriso…fu terribile…volevo aprire per forza le porte…tornai ogni sera
alla stessa ora..per 2 settimane…ma non l’ho più vista…

Questo è stato quasi 30 anni fa…e non credo che passi giorno senza
che io non rivolga un pensiero a lei…

Non voglio che succeda di nuovo!

 

Dal film: “Proposta Indecente“, frase recitata dall’attore Robert Redford

Cosa fanno vedere ai bambini e ai ragazzi

Abbiamo forse perso la capacità di indignarci?

Ci hanno forse presi tutti per deficienti,  e incapaci di reagire? Credono forse che non sappiamo più riconoscere lo schifo?

Pretendiamo che le scuole e i genitori coltivino il Potenziale Umano mentre questi ingoiano dai media tonnellate di porcherie,  modelli comportamentali assurdi, media che espellono e fanno ingoiare immagini di violenza gratuita e permanente. Dai media apprendono ad avere fobie, imparano l’inutile, grazie a media e programmi (televisivi e film) si seminano veleni tossici nelle menti in maturazione dei ragazzi. Film e programmi che si salvano da questo mainstream culturale di “merda visiva” sono davvero pochi.

Ingoiamo porcheria da quasi tutti i programmi e film, con qualche rara eccezione. Ma si pensava ci fosse un limite. Invece, ogni film americano supera il limite successivo. Una conferma da wikipedia su Alien Vs Predator 2: In Italia la visione del film è stata vietata ai minori di 18 anni, mentre negli Stati Uniti solamente ai minori di 17 anni non accompagnati. Questo a causa di una scena in cui un “Predalien” si intrufola in un ospedale e utilizza le gestanti per dar vita ai suoi simili. Immagini incredibili, pesanti, crude, dolorose per chiunque ami i bambini, la vita, e gli esseri umani. Film o non film, non ci sono scuse. Far vedere donne incinta torturate credevo non fosse possibile o pensabile da menti umane, eppure l’hanno fatto. Erano stati chiesti dei tagli, ma la 20th Century Fox ha rifiutato, perciò è scattato il divieto. Ovviamente tutti i ragazzi l’avranno visto comunque… sappiamo come vanno le cose.

Su internet si trova tutto, e più è vietato meglio è. Questo i manager delle aziende cinematografiche lo sanno benissimo. Anche se fanno finta di no.

Quasi tutte le case di produzione cinematografica ammazzerebbero cani e bambini pur di fare soldi… gente indegna, senza un minimo di pudore, di dignità, di rispetto per gli altri e con responsabilità sociale pari allo zero, capaci solo di produrre porcherie, che verranno visionate da ragazzi in fase di crescita, introducendovi veleno e pattume tossico per le menti… complimenti per come coltivate il Potenziale Umano dei ragazzi, complimenti davvero…. dal più profondo del cuore, fate schifo, come persone e come esseri umani… vergognatevi.

Daniele Trevisani

ps… se qualcuno di questi produttori di veleni volesse rispondermi sono qui, tranquilli, vedi la mia mail sul sito www.studiotrevisani.it – gli spiego faccia a faccia cosa penso… venite anche accompagnati, non c’è problema